Progetto SESHOME – Supportare l’educazione domiciliare per gli studenti con disabilità

Il progetto “Supporting the Education of Students with disability at HOMEschooling – SESHOME (2018-1-TR01-KA201-059459) nasce per aiutare i bambini disabili che temporaneamente non possono frequentare la scuola attraverso lo sviluppo di lezioni specifiche, basate sui loro bisogni, che diventino un supporto per insegnanti e genitori nel percorso educativo domiciliare, in ospedale e in contesti educativi  non formali.

Il progetto pertanto si pone come obiettivi:

– lo sviluppo di lezioni specifiche e risorse online per l’insegnamento-apprendimento per la formazione dei bambini con disabilità che non possono frequentare temporaneamente la scuola;

– la formazione degli insegnanti per accrescere le loro competenze attraverso le lezioni sviluppate dai partner del progetto;

– il miglioramento dei rapporti tra scuola e famiglie con l’obiettivo di rendere più efficace l’intervento educativo dell’educazione domiciliare, in ospedale o in altri contesti non formali;

– la sensibilizzazione degli studenti rispetto ai temi della scuola in ospedale e dell’educazione domiciliare con l’obiettivo di facilitare il rientro in classe dell’alunno disabile una volta conclusosi il periodo di malattia o di ricovero.

Partner del progetto assieme al Polo Europeo della Conoscenza sono la scuola professionale per sordi Altındağ Kemal Yurtbilir (ente coordinatore), il centro di riabilitazione Dost, il centro di ricerca e consulenza psicologica Altındağ di Ankara (Turchia), l’università di Maribor (Slovenia) e l’università di economia e innovazione di Lublino (Polonia).

Il Polo Europeo della Conoscenza vuole creare all’interno di SESHome un gruppo di lavoro e ricerca formato da insegnanti e genitori che possa collaborare nelle attività progettuali ed arricchirle con la propria esperienza. Il Polo partirà da queste attività e dal materiale prodotto durante il progetto per promuovere una formazione specifica sulle tematiche relative all’educazione domiciliare e non solo: l’uso di materiale didattico specifico, la capacità di comunicazione e relazione nella disabilità grave, il rapporto con l’alunno ospedalizzato, la creazione dell’alleanza educativa con la famiglia sono solo alcuni dei temi che questo progetto tratterà e che verranno approfonditi dal gruppo di lavoro.

Le attività del progetto partono da due questionari rivolti agli insegnanti e ai genitori per poter creare risorse didattiche adeguate alle necessità reali degli utenti. Il primo questionario per insegnanti (a questo link) mira a raccogliere informazioni tecniche relativamente alle materie insegnate, al materiale didattico a disposizione, agli spazi, alle difficoltà incontrate così da potere delineare un quadro della situazione esistente dal punto di vista didattico. Il secondo questionario rivolto ai genitori che trovato con questo link, raccoglie invece informazioni sull’ambiente fisico e relazionale in cui l’attività di educazione domiciliare può svolgersi. Le informazioni raccolte permetteranno ai partner di identificare le aree nelle quali sviluppare risorse online per l’insegnamento-apprendimento che saranno messe a disposizione degli insegnanti che operano nell’ambito del sostegno e dell’educazione domiciliare, in ospedale o in altri contesti non formali.

Chi volesse far parte del nostro team di progetto riempia il modulo di contatto

 

Hits: 97